Nuovo scooter Bmw Serie C Evolution, strategia, fase e sviluppo del veicolo

 

I numerosi criteri che devono soddisfare i concetti di mobilità individuale, in particolare nei grandi agglomerati urbani, sono soggetti a un forte cambiamento. Infatti, la mobilità individuale di oggi viene definita essenzialmente attraverso la sostenibilità. Le grandi sfide del futuro sono l’aumento del traffico, l’incremento dei costi dell’energia e le norme sempre più severe sulle emissioni di CO2 valide per la guida nei centri urbani.

Il BMW Group ha riconosciuto queste sfide e sviluppa delle soluzioni sulla base di veicoli di serie che soddisfano le esigenze di mobilità sia presenti che future. BMW Motorrad è parte del BMW Group e si occupa ovviamente di mobilità individuale su due ruote, anticipando le richieste future dei clienti e perseguendo lo sviluppo di soluzioni adeguate. In questo ambito BMW Motorrad ha ampliato la propria attività aggiungendovi la sfaccettatura “Urban Mobility” e nel 2011 ha presentato due veicoli di serie, i maxi-scooter C 600 Sport e C 650 GT.

Fedele alla strategia di sostenibilità del BMW Group, BMW Motorrad affronta già adesso in un primo stadio il tema dell’elettromobilità, soprattutto nei centri urbani. In modo simile al campo automobilistico dove il BMW Group ha introdotto il sub-brand BMW i, anche BMW Motorrad progetta veicoli su due ruote e servizi di mobilità futuristici, dedicando la priorità all’elettromobilità, completata da un design creativo e un’interpretazione nuova del termine premium che viene definito essenzialmente attraverso la sostenibilità dell’intera catena di valore aggiunto.

Nel prossimo futuro BMW Motorrad lancerà sul mercato un’offerta premium che soddisferà i criteri descritti sopra. In occasione dei BMW Motorrad Innovation Days 2011 era stata presentata la prima fase di sviluppo, lo studio E-Scooter. I veicoli a due ruote azionati da un elettromotore offrono delle prestazioni di guida ed un’autonomia limitate ed attualmente sono adatti solo all’utilizzo in città entro un raggio di azione ristretto. Lo studio BMW E-Scooter illustra invece come soluzioni tecniche sostenibili ne potrebbero ampliare notevolmente il campo di applicazione. Poco tempo dopo, al Salone dell’automobile di Francoforte (IAAA), venne presentata la seconda fase di sviluppo, lo studio di design BMW Concept e, uno scooter elettrico made by BMW Motorrad. Lo studio riflette la visione di uno scooter alimentato da un motore elettrico.

Con il “C evolution” segue adesso la terza fase di sviluppo: BMW Motorrad presenta il prototipo di uno scooter elettrico vicino alla versione di serie, dunque come potrebbe venire lanciato prossimamente sul mercato. Il progetto del veicolo, ideato come mezzo di trasporto per i pendolari che si spostano giornalmente tra la periferia e il centro città, ha perseguito la realizzazione di due criteri centrali: delle prestazioni di guida comparabili a quelle di un maxi-scooter equipaggiato con motore endotermico e un’ampia autonomia a condizioni di utilizzo reali.

Con la messa a punto di cinque esemplari funzionanti del “C evolution“ BMW Motorrad arricchisce le proprie esperienze nel campo dell’elettromobilità a due ruote ed estende la propria competenza in materia. In questo ambito BMW Motorrad partecipa a numerosi eventi in tutta Europa per diffondere la notorietà dei veicoli elettrici su due ruote e preparare il mercato al lancio del modello di serie. In questa fase pilota i veicoli vengono guidati a condizioni di utilizzo reali in diverse regioni geografiche ed a condizioni di utilizzo differenti. Le prove servono a studiare l’infrastruttura, per esempio la costituzione di una rete d’imprese che offrono servizi di elettromobilità, come per esempio le aziende di autonoleggio o di carsharing.

Gli highlight in breve:

  • Innovativo azionamento elettrico attraverso un gruppo motore oscillante con ammortizzatore, composto da elettromotore raffreddato ad acqua, cinghia dentata e ingranaggi planetari.
  • Potenza massima continuativa di 11 kW (omologazione in base ad ECE R85) e potenza di picco di 35 kW.
  • Velocità massima 120 km/h.
  • Elevata autonomia fino a 100 chilometri grazie all’ampia capacità di accumulo della batteria.
  • Batteria ad alto voltaggio ed alta capacità (8 kWh) dotata di un innovativo sistema di convogliamento dell’aria.
  • Sistema intelligente di recupero di energia nelle fasi di rilascio e di frenata.
  • Tempi di carica brevi.
  • Effetti di sinergia con le automobili BMW e sicurezza elettrotecnica secondo le norme automobilistiche.
  • Grazie al baricentro basso, ciclistica ibrida agile e maneggevole.
  • Potente impianto frenante con ABS.
  • Pneumatici ad alta scorrevolezza Metzeler Feelgreen.
  • Strumentazione combinata multifunzionale con display TFT e luce diurna a LED.
  • Design e concetto cromatico innovativi.

 

Print Friendly

Articoli che ti possono sicuramente interessare:

Tags: , , ,