Con l’avvicinarsi della scadenza per la revisione periodica, è facile provare una certa apprensione. Il risultato della revisione, infatti, può significare spese ingenti per le riparazioni o addirittura la sospensione della circolazione per il veicolo. Per evitare di incorrere in alcuni dei problemi più comuni, ecco una piccola lista di controlli “fai-da-te” da eseguire prima della revisione.

Lo stato delle sospensioni si può verificare appoggiandosi con tutto il proprio peso su ogni angolo dell’automobile. Al rilascio, l’auto dovrebbe risollevarsi e tornare subito alla posizione di partenza. Se questo avviene troppo lentamente, potrebbe esserci qualche problema con le sospensioni.

Per quel che riguarda i freni di servizio, controllate che non vi siano perdite. Rumori stridenti alla frenatura sono segnali da non trascurare, soprattutto per chi guida prevalentemente in ambito cittadino e usa spesso il freno. Durante la revisione verrà controllato anche il freno a mano, per cui assicuratevi che funzioni correttamente dal punto di vista meccanico.

Controllate che il serbatoio della benzina e i tubi non perdano da nessuna parte. Verifica che il tappo del serbatoio si chiuda perfettamente e che non sia danneggiato.

Per quel che riguarda il tubo di scappamento, è importante osservare l’eventuale presenza di perdite. Controllate che i tubi siano ben attaccati al telaio e che non vi siano pezzi mancanti. Per verificare il corretto funzionamento della marmitta, basta far andare il motore e ascoltarne il rumore.

Controllate che il battistrada non sia eccessivamente usurato. Rigonfiamenti, distorsioni e tagli di una certa gravità possono rendere lo pneumatico non idoneo, e costringervi a ripetere la revisione.

Verificate il funzionamento dei fari e delle luci di posizione – è facile non accorgersi se un faro non funziona bene, soprattutto quando si guida prevalentemente di giorno.

Il controllo dei gas di scarico, che a seguito del Decreto Liberalizzazioni di Monti (articolo 11) è obbligatorio solo contemporaneamente alla revisione, è particolarmente rischioso per le auto di una certa età. Anche il tipo di auto ovviamente pesa sulla questione inquinamento: un’auto ibrida è generalmente meno inquinante di un’auto che va solo a benzina. Un modello quale Insight ibrida della Honda, per esempio, dovrebbe dare pochi problemi a riguardo.

Questi semplici controlli sono tutti piuttosto veloci da svolgere, ma possono fare la differenza al momento della revisione periodica!

 

Visita Pneusforum il nostro FORUM PNEUMATICI

Print Friendly

Articoli che ti possono sicuramente interessare:

Tags: , ,