Chi si dedica al motocross non può trascurare l’importanza dell’abbigliamento che deve essere utilizzato quando si sale in sella.

E se il ruolo degli stivali e del casco è ben noto, spesso si sottovaluta quello dei pantaloni, che invece sono indispensabili per garantire una protezione ottimale e per trasmettere a chi li indossa una sensazione di sicurezza e di affidabilità.

Scegliendo le migliori marche di pantaloni da motocross, ci si deve preoccupare degli standard di qualità che essi devono poter garantire: la solidità e la resistenza sono due doti peculiari, anche nella prospettiva di eventuali abrasioni o urti con cui il pilota potrebbe avere a che fare.

La delicatezza delle gambe

Per chi viaggia su due ruote gli arti inferiori sono punti estremamente delicati, esposti a un maggior rischio di danni nel caso in cui si dovesse verificare una collisione.

La resistenza e la sicurezza, però, non devono andare a scapito della leggerezza, che è indispensabile in un’ottica di comfort.

Deve essere assicurata la massima libertà di movimento: i piloti che indossano i pantaloni da motocross devono essere messi nelle condizioni di potersi spostare e muovere senza difficoltà. Sul mercato è possibile trovare un ricco e variegato assortimento di modelli a disposizione, il che rischia di rendere la scelta complicata.

Il materiale e le altre caratteristiche

Il primo interrogativo che ci si deve porre quando si è coinvolti nell’acquisto di un paio di pantaloni da motocross riguarda il materiale di composizione: meglio il tessuto o la pelle?

Si tratta di una alternativa che oramai viene messa a disposizione dalla maggior parte delle case produttrici, anche perché tutti e due i materiali presentano dei vantaggi e degli svantaggi che vanno valutati a seconda dei casi. Di recente, per altro, si stanno diffondendo anche i capi misti.

Ovviamente la pelle costituisce la soluzione più indicata nel caso di una scivolata: anche se le velocità del motocross non sono quelle che si raggiungono in pista, una strisciata sul terreno è sempre in grado di causare danni abbastanza consistenti, ed è per questo motivo che si deve provare a proteggersi il più possibile.

La pelle è perfetta da questo punto di vista, in quanto si ritrae nel momento in cui è sottoposta a un improvviso e rapido incremento di temperatura come quello che si verifica in occasione di una scivolata.

Diverso è il comportamento del tessuto, che in pratica si scioglie. Oltre a questi aspetti, non si può fare a meno di considerare il fascino che contraddistingue la pelle e che, in un certo senso, è strettamente correlato con la stessa identità dei piloti, da motocross e non solo.

Come si può rinunciare al profumo dei pantaloni di pelle o alla sensazione tattile che essi offrono?

Certo, l’altro lato della medaglia è rappresentato da un costo più alto rispetto a quello di un prodotto in tessuto, anche se in linea di massima i pantaloni in pelle sono destinati a durare più a lungo nel tempo.

Il vero punto debole della pelle, in seguito a una caduta, va individuato nelle cuciture.

Per altro i tessuti negli ultimi tempi hanno conosciuto una evoluzione tecnologica più che apprezzabile, soprattutto per merito di soluzioni polivalenti come quelle che integrano le fibre sintetiche e le membrane traspiranti.

In più, tali pantaloni possono essere dotati di protezioni integrate in corrispondenza delle ginocchia.