Home / AUTO / Marmitte sportive: come risparmiare sui consumi mantenendo performance elevate
marmitte sportive e dpf

Marmitte sportive: come risparmiare sui consumi mantenendo performance elevate

Risparmiare, di questi tempi, è diventata ormai la parola d’ordine. Non tutti sanno però che, il risparmio, nel settore delle vetture, può essere ottenuto con una semplice marmitta auto.

Apparentemente destinata al solo compito di generare un’onda di ritorno verso lo scarico, la marmitta, in un veicolo, conta decisamente molto di più.

Una marmitta sportiva può fare la differenza in un’auto, anche e soprattutto in termini di prestazioni.

Essa svolge l’importante ruolo di veicolare i gas all’esterno del veicolo, ma altresì quello, fondamentale, di non permettere che la miscela, una volta fatto il suo ingresso dai travasi del cilindro, fuoriesca nello scarico.

Possiamo dire, dunque, che la marmitta per auto sportive “assista” il motore nelle sue due fasi di aspirazione e scarico. Questo compito è estremamente importante, specie nei motori turbo.

Quello che è più straordinario è che una marmitta sportiva può fare tutto ciò facendo risparmiare sui consumi.

Come? Scopriamolo.

Risparmiare intervenendo sui filtri antiparticolato

Allungare la vita al filtro antiparticolato?

Ebbene sì, è possibile. La longevità del filtro antiparticolato non può essere prevista e calcolata con precisione a priori.

Essa può, infatti, variare sensibilmente, in base a diversi fattori, quali:

  • La qualità del lubrificante utilizzato;
  • La natura stessa del filtro;
  • Le condizioni in cui la vettura è tenuta nel tempo;
  • Lo stile di guida adottato dal conducente;
  • Eventuali utilizzi di additivi per gasolio.

Ebbene, il filtro antiparticolato è in grado di ridurre addirittura del 95% le emissioni di monossido di carbonio e di particelle di polveri sottili.

Intervenire sui filtri antiparticolato si traduce, quindi, in un miglioramento dell’aria che respiriamo ed in un contestuale risparmio per il conducente.

Questi filtri, inoltre, possono essere puliti e rigenerati, ma anche modificati, in base alle auto in cui sono installati con un enorme incremento di potenza, soprattutto nelle auto da competizione.

Risparmiare con un’efficace rigenerazione fap/dpf

La rigenerazione del filtro antiparticolato FAP/DPF può aver luogo in tutta semplicità avvalendosi di addetti ai lavori che abbiano dimestichezza con le nuove tecnologie.

Quest’operazione consente di risparmiare fino al 90% e può essere effettuata anche in presenza di filtro bucato, fuso, rotto o che si presenti, comunque, in condizioni tali da non poter essere apparentemente rigenerato.

La rigenerazione del filtro antiparticolato FAP/DPF può aver luogo con l’adozione di un monolito nuovo. Ciò consente un risparmio fino al 70%.

Essa può essere eseguita anche nel caso in cui la ricostruzione non si renda possibile: esistono, infatti, dei filtri compatibili con le stesse identiche caratteristiche di quelli originali, che permettono al tempo stesso un risparmio considerevole.

Fortunatamente, a dispetto delle innegabili difficoltà che oggi un normale consumatore si trova ad affrontare sul mercato, esistono validi professionisti che aiutano i cittadini a risparmiare piuttosto che a spendere: tra questi interlocutori vi è BARTOLI MARMITTE, un’azienda in Faenza che, sin dalla sua costituzione, ha fatto delle marmitte auto, e, in particolare, degli scarichi personalizzati per auto sportive il perno della sua attività apprezzata ormai in tutta Italia ed anche all’estero.

Il filtro antiparticolato FAP/DPF può essere altresì ripulito se sporco, così evitando – qualora il problema sia solo questo – di provvedere alla sua sostituzione.

La qualità dei risultati nel settore della rigenerazione fap/dpf dipende da tanti fattori che gli addetti dovrebbero porre in priorità: materiali di qualità, strumenti e personale all’altezza dei compiti affidati, utilizzo delle tecnologie disponibili.

Solo il concorso di tutti questi elementi consente di ottenere i risultati attesi e sperati.

Risparmiare con la sostituzione del catalizzatore con una marmitta sportiva

I vantaggi che possono derivare dalla sostituzione dello scarico tradizionale con una marmitta sportiva sono davvero numerosi, tra questi:

  • Aumento delle prestazioni del motore;
  • Tutela dell’ambiente con rispetto delle omologazioni europee;
  • Forte risparmio sui consumi;
  • Maggiore durata rispetto alla marmitta tradizionale.

Nel caso in cui, com’è auspicabile che accada, questa sostituzione sia effettuata con l’utilizzo di materiali di qualità, come l’acciaio inox, la marmitta diventa indistruttibile all’usura e alle vibrazioni ed è in grado di garantire risultati sorprendenti, e non solo in termini di risparmio.

Come ben si comprende, vivere il sogno di un’auto sportiva efficiente e potente non presuppone spese esorbitanti ed anche in questo settore, in aumento, è possibile risparmiare mantenendo alte le performance di una vettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.